Perché insistiamo per un’ampia convergenza anche se i numeri ci danno vincenti

Decollatura, Martedì 17 Aprile 2018 - 10:06 di Mario Perri

A Decollatura, così come capitato negli ultimi anni, continua il gioco alla divisione e frammentazione in numerose liste di un elettorato sempre più ridotto: in controtendenza solo Mario Perri e Gigi De Grazia cercano di far capire agli altri competitori che è necessario abbandonare il vecchio modo di fare politica perché i problemi del paese sono tanti e risolvibili solo con la collaborazione di tutti.

Ai due ex nemici politici, oggi alleati per il bene di Decollatura,  abbiamo rivolto alcune domande per capire la loro insistenza per una alleanza ampia quando in una competizione a quattro la loro lista ha molte  probabilità  di risultare vincente, visto il consenso personale avuto in occasione delle ultime elezioni comunali.  

D - ma perché insistete, vox clamantis in deserto, su una proposta di lista unica pur avendo voi ottime possibilità di vincere da soli?

R - perché vincere da soli è la gioia di un giorno mentre creare una situazione nuova per il nostro paese è una soddisfazione per sempre: chi per tre volte ha assaporato la vittoria come sindaco, o è ancora giovanissimo per poter vincere anche fra anni, ha la calma e la serenità di perseguire quello che oggi è importante per la collettività decollaturese e mettere da parte l’egoismo personale;

D -ma questa vostra iniziativa ha sortito effetti?

R- La nostra proposta, da sempre nell’aria ma da nessuno mai portata avanti con convinzione e perseveranza. ha un così forte consenso fra i decollaturesi  da indurre l’ex Sindaco , e il suo partito, ad avviare un dialogo che, anche se non porterà ad una lista unitaria, certamente è positivo per la crescita del paese e per il miglioramento del clima politico. Noi vogliamo aprire una nuova stagione politica e chiudere definitivamente con tutte le polemiche e gli screzi che, pur essendo il pane quotidiano di pochi “personaggi”  che hanno avvelenato e avvelenano la vita di Decollatura, sono un ostacolo allo sviluppo e alla crescita del paese;

D - Ma è vero che  gli altri due candidati a Sindaco non vogliono assolutamente parlare con voi?

R – Verissimo…

D - Ma voi che spiegazione date a questa chiusura?

R - Noi riteniamo che sia frutto del pregiudizio e di schemi mentali del passato, che noi abbiamo abbandonato per portare avanti la proposta della lista unica. Riusciamo a capire il loro comportamento, anche se non lo condividiamo assolutamente, e non ci stanchiamo di ripetere che in questa fase è necessaria una alleanza ampia perché i problemi del comune sono enormi;

D- Ma a cosa serve fare una lista quasi certamente perdente?

R- Serve ad una sola cosa: tentare di eleggere il candidato sindaco come consigliere di minoranza o a cercare di far perdere un’altra lista; 

D – Quindi le liste saranno quattro?

R – Quasi certamente sì. Noi ci saremo di sicuro perché siamo pronti, abbiamo i candidati e possiamo andare a trattare con la forza dei nervi distesi che ci viene dal consenso popolare e dal non dover andare ad elemosinare candidature o a ricercare candidature di scambio per favori fatti.



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code